Ottimizzare la traduzione del sito web

Paragrafi

Mentre l’Italia si avvia a promuovere la digitalizzazione di imprese e servizi, tante aziende devono ancora prepararsi. Infatti, molti imprenditori ignorano i vantaggi del mercato digitale. Ottimizzare la traduzione del sito web non è che il primo passo per incrementare i guadagni. Vediamo in che modo.

Cosa vuol dire ottimizzare la traduzione del sito web?

I migliori siti web attirano clienti da ogni dove. Non sorprende che ben il 75% dei clienti presenti su Amazon Made in Italy venda a clienti esteri. Del resto, Amazon è stata tra le prime grandi piattaforme a comprendere la necessità di offrire un servizio di traduzione dei prodotti.

Il processo di ottimizzazione della traduzione richiede diverse scelte. In altre parole, si possono intendere diverse cose con l’espressione ottimizzare la traduzione del sito web.

Come molti sapranno, alcuni siti si presentano già tradotti a seconda del luogo da cui si collega l’utente. Per altri, bisogna cliccare sulla bandierina che rappresenta la propria nazionalità. E così via, con altri siti che presentano menu a tendina od altre soluzioni. Queste non sono che alcune scelte legate al processo più ampio di ottimizzazione.

Cosa serve per ottimizzare la traduzione del tuo sito online?

La traduzione dei testi presenti sul tuo sito rappresenta solo una parte dell’intero processo. In realtà, la traduzione deve comprendere altri fattori importanti ed utili a posizionare correttamente il tuo sito. Per chiarire, vuoi che potenziali clienti di altre nazionalità trovino i tuoi contenuti sui motori di ricerca. Per questo motivo, bisogna occuparsi di fattori come parole chiavi, CMS, e campagne di marketing.

Come abbiamo illustrato nell’articolo riservato a cosa sono i CMS, gestire questo processo può essere facile.

Tuttavia, restano alcune decisioni più tecniche che possono influenzare le vendite od il successo di un sito. Del resto, più l’esperienza di navigazione del sito è semplice, meno saranno gli ostacoli che impediranno al cliente di usufruire del tuo servizio. Mi riferisco alla possibilità di strutturare il sito in modo che automaticamente reindirizzano il traffico ricevuto su domini dedicati.

In poche parole, si può fare in modo che un utente francese che clicca sul tuo sito italiano vada automaticamente sulla versione francese del tuo sito. Per fare questo, ci sono più soluzioni tecniche, ad esempio:

  • Usare diversi indirizzi URL per ogni nazione
  • Utilizzare sotto-domini che fanno capo ad un unico URL per il tuo brand
  • Creare un menu a tendina o lista per la selezione manuale
  • Usare una configurazione sul lato server per sfruttare più parametri URL
  • Sfruttare i cookies per l’applicazione del linguaggio (adattabili anche alla creazione di profili personali, etc.)

Ecco come avviene l’ottimizzazione

Il processo di ottimizzazione adotta specifici strumenti per favorire il posizionamento del tuo sito. Si parla di Tag HTML come Hreflang per indicare la presenza di altre versioni del tuo sito. Oppure, una specifica ricerca di parole chiave che poi saranno integrate nella traduzione completa del nuovo testo. In questo modo, sarà più facile attirare un determinato pubblico in altre nazioni per prodotti specifici.

Per concludere, non possiamo dimenticarci dell’importanza di creare link che rimandano ai contenuti del sito tradotto. Da un punto di vista di SEO (ottimizzazione del motore di ricerca), il giusto uso di link che rimandano al tuo sito aiuta notevolmente il posizionamento dello stesso. Per questo motivo, specialisti come noi si occupano di ottimizzare la traduzione del sito web curando questi aspetti tecnici. Così, i clienti possono dedicarsi a pieno nella gestione del nuovo traffico in arrivo per generare più vendite o più contenuti.

CONDIVIDI QUESTO POST

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest

Inserisci il tuo nome, il tuo indirizzo email e il tuo telefono per essere ricontattato e ottenere una consulenza GRATUITA

- Odiamo lo spam -

Inserisci il tuo nome e il tuo indirizzo email per rimanere aggiornato sui prossimi articoli

- Odiamo lo spam -