e-commerce

Ecommerce: Perchè le persone NON acquistano online

Con l’arrivo del COVID-19, una cosa che tutti possiamo fare è analizzare le nostre entrate. In questo modo, si può capire perché le persone non acquistano online. C’è un motivo, sicuramente, dietro questa scelta. Anzi, capire che si tratta di una scelta è proprio il primo passo!

Come mai le persone non acquistano online? Una vendita online non va a buon fine quando è complicata. Spesso manca anche un desiderio impellente. Inoltre, il metodo di pagamento sul sito ecommerce potrebbe causare diffidenza.

Concentriamoci ora su cosa si deve fare per migliorare la situazione.

Perchè le persone acquistano online

La comodità di un click o di un tocco sullo schermo è al primo posto. Sempre più, i cellulari sono il canale di accesso degli acquisti online. Infatti, acquistare da uno smartphone è diventato facile e veloce.

Non solo si evitano commessi poco capaci, ma si risparmia tempo. Per esempio, non si fa alcuna fila davanti alla cassa. Né si aspetta di entrare davanti al negozio in strada.

Grazie alle varie offerte, risparmiare denaro è ormai una consuetudine. In altre parole, le promozioni in corso offrono sempre qualcosa di buono e di irrinunciabile.

Per chiudere il discorso comodità, possiamo contare su metodi di pagamento intuitivi. Una chiara lista ci fa scegliere l’opzione preferita per poi confermare. Tutto è trasparente e dettagliato. Persino l’opzione pagamento alla consegna offre spesso uno spazio note per il corriere.

metodi di pagamento 2019

Cosa spinge molto spesso le persone ad acquistare online?

Innanzitutto, un Personal Brand efficace. Le persone vogliono che l’acquisto stesso sia un’esperienza da vivere o raccontare.

La moltiplicazione dei social media ha creato diverse nicchie di mercato. Tempo fa, esisteva solo Facebook e Twitter. Spesso poi si parla di influencer marketing per identificare un nuovo modo di vendita.

Ben l’87% degli imprenditori dichiara di sfruttare un canale social per promuovere beni e servizi. Il 40% li usa per incrementare direttamente le vendite. In Cina, più della metà degli utenti dei social compra qualcosa dagli influencer che seguono.

A tutto questo si aggiungono piattaforme online intuitive come:

  • Facebook Marketplace
  • Instagram Shopping
  • Shoppable Pin di Pinterest

Questi servizi offrono pagamenti rapidi e sicuri, come PayPal. Altri rimandano a siti ecommerce standard, ma sono promossi da un influencer capace.

Quelli che non si fidano dell’ecommerce

Un fattore che frena molti potenziali acquirenti è la sicurezza. In breve, non tutti vogliono usare la carta di credito per gli acquisti.

 

Esiste sempre la paura delle truffe online. Inoltre, non tutti sono disposti a procedere cautamente. Far sempre attenzione ad ogni passo può essere snervante.

 

Quindi, molti utenti preferiscono sentirsi tutelati. Ad esempio, controllando che ci sia l’icona del lucchetto vicino all’URL del sito. Sempre più programmi browsers come Google Chrome e Firefox avvisano quando questa manca. L’avviso ricorda che il sito non è sicuro: non è un bel biglietto da visita! In fondo, molti temono di essere vittime di un attacco hacker.

lucchetto sicurezza web

Tecnologie sconosciute e competenze digitali

Nel 2019, l’ISTAT riporta che l’uso di Internet in Italia è aumentato. L’incremento si aggira sul 67,9% della popolazione totale. Anche un terzo degli anziani si è adattato all’uso di Internet. Però, il 42% circa delle persone non sa muoversi molto bene online.

Questi dati ci dicono che la possibilità di vendere online esiste. Anzi, è più che reale. Tuttavia, si deve prestare attenzione alle necessità delle persone. Infatti, anche tra i giovani sono molti coloro che non capiscono molto l’informatica.

uso internet 2018

Conclusione

Come abbiamo visto, servono siti ecommerce semplici ed intuitivi. Bisogna guidare il cliente verso la vendita e renderla facile.

Queste informazioni spiegano perché le persone non acquistano online. Ma neanche sapere perché le persone acquistano online a volte basta.

Sta a noi aiutare le persone a fare acquisti in sicurezza. Del resto, dopo tutta quella fatica nell’attirare i clienti, concludere con un profitto è d’obbligo. Specialmente in tempi di coronavirus.

CONDIVIDI QUESTO POST

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest

Inserisci il tuo nome, il tuo indirizzo email e il tuo telefono per essere ricontattato e ottenere una consulenza GRATUITA

- Odiamo lo spam -

Inserisci il tuo nome e il tuo indirizzo email per rimanere aggiornato sui prossimi articoli

- Odiamo lo spam -